Calcio durante l’allattamento: tutto quello che devi sapere

Aprile 12, 2022

Calcio durante l’allattamento: tutto quello che devi sapere
L’allattamento è un periodo in cui le esigenze nutrizionali aumentano e le donne che allattano dovrebbero essere più attente alla loro dieta.

Ci sono molti studi che dimostrano che una dieta sana aiuta nell’allattamento al seno. All’interno della dieta, e specialmente durante l’allattamento, il calcio è uno dei minerali indispensabili, poiché in questa fase aumenta la domanda di questo nutriente.

La necessità di calcio durante questo periodo aumenta soprattutto quando viene praticato l’allattamento esclusivo, questo significa che né le formule né i solidi vengono utilizzati per nutrire il bambino.

L’assunzione corretta di calcio è vitale per evitare problemi di salute nelle donne che allattano.

Qual è il ruolo del calcio durante l’allattamento?
In qualsiasi momento della vita, il cibo è molto importante. E durante la gravidanza e l’allattamento ancora di più, dal momento che una dieta sana aiuta nel corretto sviluppo del bambino e previene gli effetti negativi, sia nella donna in gravidanza che in allattamento.

Uno dei minerali più abbondanti nel nostro corpo, il calcio è essenziale per la salute delle ossa, i denti, la coagulazione del sangue, la trasmissione nervosa e la funzione muscolare.

Durante la gravidanza, l’assorbimento intestinale del calcio aumenta, generando la perdita transitoria della densità minerale ossea. Tuttavia, durante l’allattamento, questo processo ritorna ai valori pre-stagionali. Un corretto assorbimento del calcio è legato alla vitamina D e al fosforo, altri nutrienti essenziali nei periodi di gravidanza e allattamento.

Come riempire il bisogno di calcio durante l’allattamento?
Una dieta sana ed equilibrata è sicura di contenere i livelli necessari di calcio durante l’allattamento. Per raggiungere questo obiettivo, è importante sapere quali alimenti contengono alti livelli di calcio.

In tutti gli alimenti, la cosa più consigliabile è che la fonte di calcio è biodisponibile, il che significa che può essere facilmente assorbita in modo che il corpo possa usarla.

Ci sono molti gruppi alimentari che hanno concentrato quantità di calcio e che aiuteranno a raggiungere livelli ottimali di calcio.

Tra gli alimenti più consumati e popolari ci sono i latticini, che costituiscono circa il 60% della fonte di calcio delle donne con diete onnivore. In questi casi, per raggiungere l’assunzione raccomandata di questo minerale, dovresti mangiare da 3 a 4 porzioni di latticini al giorno come latte, yogurt e formaggi.

Sebbene il latte sia la fonte di calcio più conosciuta e popolare, ci sono molti altri alimenti che possono aiutare nell’assunzione di questo minerale. Pesce, verdure, legumi e noci sono grandi fonti di calcio a cui rivolgersi anche durante l’allattamento.

Tra gli alimenti che sono una buona fonte di calcio (e sono adatti anche per le donne vegetariane o vegane) possiamo evidenziare:

Mandorle.
Bevande vegetali arricchite.
Semi di Chia.
Sesamo.
Tahini.
Cavolo nero.
Spinaci.
Cavolfiore.
Fichi secchi.
Ceci.
Broccolo.
Crescione.
Alga.
Oltre a consumare più calcio durante l’allattamento, è anche importante tenerlo nel corpo. Un elevato consumo di proteine, sodio o caffeina sono associati ad una maggiore perdita urinaria di calcio.

Assunzione di calcio raccomandata durante questo periodo
Una dieta equilibrata aiuterà a fornire la domanda di calcio durante l’allattamento, che è più alta del solito.

Si raccomanda di ingerire da 1000 a 1300 milligrammi al giorno, che aiuteranno il bambino a sviluppare correttamente le ossa e i denti, ed evitare anche problemi di osteoporosi o pressione sanguigna nella donna che allatta.

Per le giovani donne, si raccomanda un elevato apporto di calcio durante l’allattamento. Se i requisiti di questo minerale non possono essere soddisfatti nell’allattamento al seno,è consigliabile ricorrere agli integratori.

Quando è necessario assumere integratori?
Nella maggior parte dei casi, con una dieta nutrizionalmente equilibrata, non sarà necessario un supplemento di calcio extra durante questo periodo di allattamento al seno.

Quando si scelgono gli integratori, è consigliabile optare per quelli che combinano calcio e magnesio, in modo che il calcio venga assorbito correttamente nel corpo. Anche gli integratori di calcio contenenti zinco, un minerale presente nei latticini e che è buono da integrare se non si consumano prodotti animali, sono molto popolari.

Uno dei componenti più comunemente usati per il trattamento della carenza di calcio è il carbonato di calcio, un componente molto sicuro per il periodo dell’allattamento.

È importante considerare che il consumo eccessivo di calcio durante l’allattamento o qualsiasi altra fase della vita può essere dannoso. Nel periodo dell’allattamento, i 2500 milligrammi giornalieri di questo minerale non devono essere superati.

Ottenere una corretta assunzione di calcio
La gravidanza e l’allattamento sono periodi di grande richiesta nutrizionale. In tutti i casi, è sempre consigliabile consultare un professionista per determinare l’assunzione di calcio adeguata in ciascun caso e tenendo conto della dieta di ogni donna.

Sapere quali alimenti sono ricchi di questo minerale per introdurli in misura maggiore nella dieta durante questo periodo, aiuterà ad avere i corretti livelli di calcio durante l’allattamento.

In casi particolari in cui è necessario integrare la dieta, è essenziale consultare un professionista della nutrizione per determinare l’assunzione giornaliera in milligrammi e il tipo di integratore raccomandato.

Leave a Reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.